Migliori lavatrici 2018

Confrnto: Una panoramica delle 12 migliori lavatrici completamente automatiche.

Le moderne lavatrici puliscono non solo tessuti di facile manutenzione, bianchi e colorati, ma anche tessuti delicati di lana e seta. Tuttavia, è necessario assicurarsi che il consumo di acqua ed elettricità sia il più basso possibile. Un buon indicatore di un dispositivo economico e all’avanguardia è la classe di efficienza energetica A+++.

Se si desidera lavare non solo durante il giorno, ma anche a tarda sera, il volume di lavoro della macchina è un criterio di acquisto importante. Per evitare di disturbare i bambini che dormono o i vicini sensibili al rumore, è consigliabile scegliere un dispositivo dalla nostra tabella dei prodotti che non superi i 70 dB anche in caso di scivolamento.

Consigli per l’acquisto della lavatrice: Come scegliere il prodotto giusto dal test o dal confronto con la lavatrice sopra riportati

Il più importante in breve

  • Esistono due tipi di lavatrici: I caricatori frontali sono i dispositivi più comuni, hanno un grande tamburo e possono essere facilmente riempiti dalla parte anteriore. I caricatori Top hanno l’apertura di riempimento in alto e sono adatti per famiglie monoparentali.
  • Che si tratti di Bosch, Siemens o Miele – ogni lavatrice dovrebbe avere programmi per la biancheria bollente e colorata, per la pulizia facile, così come per la biancheria delicata e in lana. Prestare attenzione anche all’etichetta energetica sull’apparecchio. La classe di efficienza più alta è A+++.
  • Nel confronto con la lavatrice del 2018, gli elettrodomestici con il più basso consumo energetico e con il funzionamento più silenzioso hanno ottenuto punti. Tutti i prodotti in confronto hanno fornito buoni o molto buoni risultati di lavaggio.

Non può mancare questo grande elettrodomestico: nel 2015, circa il 94% delle famiglie tedesche possedeva una lavatrice. Se si desidera acquistare una nuova lavatrice, di solito si è alla ricerca di un investimento a lungo termine. I dispositivi dovrebbero durare – se vanno dopo i consumatori e i produttori – in media 10 anni. Questo rende ancora più importante trovare la lavatrice più adatta alle vostre esigenze. Una lavatrice troppo grande o troppo piccola consuma rapidamente più energia e acqua del necessario. Nel confronto tra le lavatrici del 2018 abbiamo esaminato attentamente diversi modelli. Nella Guida di Confronto tra lavatrici è inoltre possibile trovare la lavatrice più adatta alle proprie esigenze e fare attenzione a cosa fare al momento dell’acquisto.

1. le lavatrici: Questi disegni sono disponibili

Ci sono due tipi di lavatrici: ci sono lavatrici che vengono riempite dalla parte anteriore e hanno una porta con una finestra di visualizzazione. Ci sono anche modelli in cui la lavanderia è collocato nel tamburo dall’alto. Di conseguenza, questi diversi modelli sono chiamati caricatori frontali e caricatori superiori. Abbiamo riassunto brevemente i vantaggi e gli svantaggi di entrambi i tipi nei nostri consigli d’acquisto.

1.1 Lo standard: caricatore frontale

La maggior parte delle lavatrici disponibili sul mercato rientrano nella categoria dei caricatori frontali. Essi rappresentano circa il 90 %. Le lavatrici con caricatore frontale come i modelli Bosch, Bauknecht, AEG o Beko possono quindi essere considerate come la versione standard. Si tratta quasi esclusivamente di unità a pavimento indipendenti – i modelli per l’installazione sono molto rari. I prezzi dei caricatori variano da poche centinaia di euro a diverse migliaia.

Nella parte anteriore, questi dispositivi hanno una porta rotonda con una finestra di visualizzazione, che è comunemente indicato come un „oblò“. Questo sportello serve per riempire la macchina con biancheria sporca. In alto sono presenti i pulsanti e le manopole per l’utilizzo del dispositivo. Il design consente alla maggior parte dei caricatori frontali di essere impilati con un’asciugatrice per formare una colonna lavasciuga. Per installare i dispositivi uno sopra l’altro, tuttavia, è necessario un kit speciale, che deve essere acquistato presso il produttore. Qui potete trovare un esempio da Miele.

I caricatori frontali standard sono larghi 60 cm, alti 85 cm e profondi tra 57 e 64 cm, a seconda delle dimensioni del tamburo. La capacità varia tra i 5 e gli 8 kg, ma esistono anche macchine con volumi maggiori. Questo già rivela un problema con questo tipo di lavatrice: non può essere alloggiata senza problemi in ogni bagno o cucina. Possono anche non passare attraverso la porta della stanza, specialmente nei condomini. Non sono quindi adatti a tutte le famiglie.

tamburo grande
confortevole da riempire
per lo più sottostrutturabile
Finestra di ispezione per il controllo del processo di lavaggio
può essere combinato con l’asciugatrice
abbastanza ampia
Suggerimento: Se siete interessati ad una lavasciuga, vi consigliamo la nostra guida. Le unità combinano lavatrice e asciugatrice. In questo modo si risparmia molto spazio!

1.2 Per spazi ristretti: caricatori superiori

Le lavatrici a caricamento dall’alto offrono un’alternativa per gli spazi ristretti. Queste unità sono riempite da uno sportello sul lato superiore e da esso si accede anche al vano del detersivo. I comandi si trovano sulla parte superiore. Per questo motivo, questo tipo di lavatrice è ideale per gli anziani o le persone con problemi alla schiena. La scelta dei modelli, ad esempio Bosch, Bauknecht o AEG, è molto più piccola di quella delle lavatrici con caricatore frontale. I prezzi possono variare notevolmente, ma la fascia di prezzo non è così ampia come per le lavatrici a caricamento frontale.

Grazie al design sottile, i caricatori superiori possono essere collocati anche in nicchie o bagni stretti, come spesso si trovano in appartamenti nuovi, ad esempio. Poiché la quantità di riempimento è inferiore rispetto ai caricatori frontali, sono particolarmente consigliati per le famiglie da 1 a 2 persone. i caricatori superiori sono larghi da 40 a 45 cm e quindi si adattano ad ogni porta della stanza. L’altezza standard è di 88 a 90 cm, la profondità di 60 cm. Poiché il tamburo è anche più piccolo a causa di questo design, meno bucato si inserisce nella macchina. La quantità di riempimento in questo caso è di 5-6 kg.

1.3 Per strada: Mini lavatrici

Per completezza, desideriamo presentare anche un terzo progetto di lavatrice nel confronto tra lavatrici, che tuttavia ha poco a che fare con i classici grandi elettrodomestici. Stiamo parlando delle cosiddette mini lavatrici. Queste unità sono così piccole e compatte che si adattano facilmente anche alla credenza o sotto il lavandino. Tuttavia, hanno anche una capacità massima di 2-4 kg.

Con questi modelli si deve rinunciare a un sacco di lusso. Ad esempio, l’acqua viene riscaldata manualmente, riempita e nuovamente scaricata dopo il lavaggio. Ci sono mini lavatrici che hanno una camera di filatura. Tuttavia, questo di solito ha solo il 20-40% della capacità della camera di lavaggio, in modo che la lavanderia può essere necessario essere diviso e centrifugato due volte. Alcuni dispositivi non utilizzano affatto questa funzione: lo strizzatura è all’ordine del giorno.

Il programma di lavaggio di solito non dura più di 15 minuti ed è quindi molto veloce. Tuttavia, lo sporco pesante non può essere rimosso con esso. Essendo molto leggeri, sono ideali per viaggiare, ad esempio in campeggio o in autocaravan. Naturalmente, questi modelli non possono stare al passo con le grandi lavatrici, per non parlare della loro sostituzione. Il nostro confronto con le lavatrici non comprende le mini lavatrici.

estremamente piccolo
ben adatto per sulla strada
poche funzioni
L’acqua e il detersivo devono essere aggiunti manualmente
basso effetto di lavaggio
2) programmi di lavaggio: Di quali impostazioni avete realmente bisogno?
Test lavatrice
Molti programmi di lavaggio sono inutili o usati raramente. I programmi di base sono di solito sufficienti.

15 programmi e più sono disponibili con alcuni modelli di lavatrice. Ma a cosa servono tutti i diversi programmi? E ne avete davvero bisogno? Diversi test in lavatrice hanno approfondito questo aspetto e vi spiegheremo di cosa si tratta e di cosa si ottiene dalla varietà.

2.1 Programmi di base

Fondamentalmente, il vincitore della lavatrice personale dovrebbe avere i cosiddetti programmi di base. Questi includono:

Cucina a programma standard e biancheria colorata / cotone a 60°.
Programma standard lino / cotone 40°.
Programma di facile manutenzione 40
Programma delicato (delicatine, seta) a 30°.
Programma lana (lavaggio a mano) 30°.
La maggior parte dei consumatori è pienamente soddisfatta di questi programmi. Soddisfano adeguatamente le esigenze dei diversi settori tessili. Inoltre, ci sono molti programmi aggiuntivi che vengono utilizzati raramente. Tuttavia, il loro utilizzo dipende dal tipo di articoli di biancheria effettivamente disponibili in casa.

Nota: un programma di cottura a 95° è completamente superfluo in una casa normale. In realtà è usato solo negli ospedali o nelle case di cura per distruggere tutti i germi nella lavanderia, come molte diverse malattie di base si riuniscono qui. Se non si desidera lavare i pannolini in tessuto, non è necessaria l’impostazione a 95°.

2.2 Differenze tra i programmi di lavaggio

Perché lavare la biancheria in programmi diversi – uno è sufficiente, non è vero? Dobbiamo rispondere a questa domanda con un no nel confronto con la lavatrice. Anche se certamente dipende anche dal volume di biancheria che avete bisogno di programmi, si dovrebbe tenere a mente che i materiali di cui sono fatti i vostri vestiti sono sensibili in modo diverso.

Il cotone è generalmente molto robusto – può essere lavato in lavatrice a un livello d’acqua medio-basso e filato ad alta velocità. Questo non è possibile con molte fibre sintetiche. Per questo motivo, le camicie e le camicette in poliammide o in tessuto misto, ad esempio, sono di facile manutenzione. Il livello dell’acqua in lavatrice è più alto e meno pezzi di biancheria entrano, in modo che non si sfregino così duramente l’uno contro l’altro. Il numero di giri durante la filatura è basso all’inizio e solo alla fine il lavaggio è brevemente girato ad un numero maggiore di giri.

Nel programma di biancheria fine, i capi di abbigliamento particolarmente delicati, come seta o cachemire, vengono lavati a un livello costante dell’acqua molto alto. La filatura viene effettuata solo a fine programma a bassa velocità, in modo da evitare pieghe. Anche nel programma di lavaggio della lana o delle mani il livello dell’acqua è alto e il movimento del tamburo basso. La filatura corta viene adattata in modo tale che i punti del bucato non possano deformarsi, come ad esempio nel programma di facile manutenzione.

Suggerimento: poiché i materiali hanno esigenze di cura molto diverse, prestare attenzione ai simboli di lavaggio (vedere il capitolo 7 di questa guida). Ordinare è utile se si vuole godere i vostri vestiti per lungo tempo.

2.3 Programmi speciali

Consigli utili per il lavaggio dal confronto con la lavatrice
Ordinamento in bianco e colorato, lavaggio cuoco, facile cura, lavaggio di delicatezza e lavaggio a mano!
E‘ meglio lavare a lungo a basse temperature che per breve tempo ad alte temperature!
Riempire il tamburo con la quantità massima prevista per il programma!
Usare il detersivo giusto: detersivo in polvere per bucato per la cucina e lo sporco pesante, detersivo liquido per i tessuti colorati e detersivo in lana per i tessuti molto delicati!
Dosare il detersivo in base alla quantità di bucato e al grado di sporco!
Almeno una volta al mese si consiglia di far funzionare la macchina a 60° C con detersivo in polvere.
Oltre ai programmi di base, la maggior parte delle lavatrici più recenti offre ulteriori possibilità di regolazione. Ad esempio, ci sono programmi che sono destinati a piumini o piumoni. Altre proteggono gli indumenti scuri dalla rapida sbiaditura, anche se i benefici non sono dimostrati in questo caso. Inoltre, ci sono anche programmi di lavaggio soprattutto per l’abbigliamento outdoor, che può essere utilizzato anche per l’impregnazione.

Le differenze tra i programmi riguardano il tempo di lavaggio, il numero, la frequenza e la durata della filatura, il livello dell’acqua nella macchina durante il lavaggio e il risciacquo e la temperatura. Essi sono adattati per soddisfare le esigenze specifiche di cura di specifici articoli di lavanderia. Tuttavia, se avete bisogno di un programma per camicie o abbigliamento sportivo dipende dal volume di biancheria personale. Se non si fa jogging, non è necessario un lavaggio supplementare per le scarpe sportive, ad esempio.

2.4 Programmi di austerità

La maggior parte delle lavatrici più recenti con un’efficienza energetica particolarmente elevata offre anche il cosiddetto programma ECO. L’obiettivo è quello di ottenere una riduzione sostenibile dei costi energetici – che funziona effettivamente.

Infine, questo programma si lava a bassa temperatura, di solito a 30°. Dopo tutto, le lavatrici consumano più energia quando riscaldano l’acqua. Il programma di risparmio energetico consuma in media circa la metà dell’energia elettrica necessaria per un ciclo di lavaggio a 60°.

Tuttavia, questo metodo ha lo svantaggio di costare molto più tempo. Per ottenere lo stesso risultato di lavaggio a 30° e a 60°, la lavanderia deve essere immersa nella macchina. E‘ molto efficace, ma richiede tempo. Tuttavia: dal nostro punto di vista, il ciclo di lavaggio economico è davvero utile!

3 La lavatrice come investimento per il futuro

Etichetta energetica Esempio
Esempio per l’etichetta energetica UE per lavatrici, qui per il modello Bergstroem BWM_016_14 A++.

Una lavatrice è un acquisto che dovrebbe ripagare a lungo termine. Questo si nota non solo nella durata di vita degli elettrodomestici, ma anche nel consumo: sia con l’acqua che con l’elettricità, è necessario assicurarsi che la lavatrice sia il più possibile all’avanguardia con il vincitore della lavatrice comparativa.

3.2 Particolarmente economico: lavatrici con attacco per acqua calda

Nelle lavatrici ordinarie, l’acqua fredda entra in macchina e deve essere riscaldata prima del lavaggio. Questo non costa solo tempo, ma anche elettricità. È stato dimostrato che il riscaldamento dell’acqua consuma più energia in una lavatrice. Per questo motivo sono particolarmente utili gli apparecchi che possono essere collegati direttamente ad un allacciamento per l’acqua calda.

Suggerimento: Se si desidera misurare il consumo energetico della lavatrice, si consiglia l’uso di un contatore di energia.

Anche la Stiftung Warentest ha effettuato un test in lavatrice. In questo test in lavatrice (test 10/2011) è stato riscontrato, ad esempio, che il consumo energetico della WF 9844 di Samsung nel programma standard a 40° C riduce i tessuti colorati di oltre la metà.

Tuttavia, l’investimento vale solo se l’approvvigionamento complessivo di acqua calda è molto efficiente. Chi riscalda l’acqua con l’aiuto di una pompa di calore o tramite collettori solari, è chiaramente in vantaggio. Anche l’ingresso della macchina non dovrebbe essere troppo lungo, altrimenti l’acqua si raffredda troppo rapidamente prima di raggiungere il tamburo.

caricatore frontale macchina lavabiancheria

4. la lavatrice giusta per la vostra casa: dovete prestare attenzione a quanto segue

Acquistare una lavatrice online ha molti vantaggi, ma forse anche svantaggi. Nel negozio si può guardare il dispositivo da tutti i lati, provare i controlli e ottenere consigli da un esperto venditore di AEG, Siemens e Co. Tuttavia, i prezzi nei negozi di elettronica come Saturn, Media Markt o Expert sono di solito più elevati che su Internet.

Anche la selezione negli shop online è molto più ampia ed è più facile confrontare le varie informazioni sui singoli modelli. Se si desidera acquistare una lavatrice a buon mercato, si dovrebbe quindi condurre una ricerca approfondita, leggere attraverso vari test di lavatrice e in ogni caso guardare a vari negozi online al fine di trovare la macchina migliore per le proprie esigenze.

A proposito: nel frattempo ci sono anche lavatrici con WLAN. Si tratta dei cosiddetti dispositivi Smart Home che possono essere controllati tramite App. Ad esempio, è possibile regolare la temperatura dallo smartphone o sospendere il ciclo di lavaggio, ma la biancheria deve ancora essere riempita o rimossa manualmente.

Nel confronto tra lavatrici abbiamo preparato per voi una lista di domande che vi aiuteranno nella scelta:

4.1 Quanto spazio è disponibile?

Soprattutto negli appartamenti condivisi lo spazio per una lavatrice è spesso limitato.
Soprattutto negli appartamenti in affitto lo spazio per una lavatrice è spesso limitato.

La domanda più importante da porsi prima di acquistare una lavatrice è dove installarla. Avete solo un piccolo parcheggio in bagno? La macchina deve essere posizionata sotto il piano di lavoro in cucina? Quanto è ampia, alta e bassa l’impronta? Dipende dalla scelta del caricatore frontale o superiore. I caricatori superiori hanno spazio anche in spazi ristretti, ma comprensibilmente non possono essere collocati sotto un piano di lavoro.

Pertanto, chiarire prima quanto spazio è disponibile per voi e poi decidere su un disegno. Se necessario, si dovrebbe anche prendere in considerazione l’acquisto di un essiccatore. Se non avete spazio per due elettrodomestici, ma non volete sacrificare il comfort, si dovrebbe prendere in considerazione una combinazione lavasciuga in cui si ottiene una lavatrice con asciugatrice in uno.

4.2 Quali sono i costi di consegna e di allacciamento? Il rivenditore porta con sé il vecchio apparecchio?
Lavatrice Offerta di installazione
Molti rivenditori vi offrono l’installazione del vostro apparecchio.

Le lavatrici sono ingombranti e pesanti. Pertanto, è necessario considerare attentamente se una consegna è utile solo fino al marciapiede, o se non ha senso avere il dispositivo trasportato al sito di installazione previsto. Questo è particolarmente consigliato se si vive su un piano alto o se non ci sono assistenti disponibili.

Molti concessionari offrono anche un servizio di asporto per i vecchi macchinari. Questo è pratico e consente di risparmiare le spese di smaltimento. Se si deve pagare un supplemento per questo dipende dal rispettivo negozio.

4.3 Quanto è alto il consumo della macchina?

Ricordate che la lavatrice sarà a lungo parte della vostra casa. Ciò significa che il consumo di elettricità e acqua è regolarmente incluso nei costi totali alla fine dell’anno. Con l’aumento dei prezzi dell’elettricità e dell’acqua, è quindi necessario prestare particolare attenzione alle informazioni riportate sull’etichetta energetica della macchina. Un investimento in un apparecchio con un consumo particolarmente basso può quindi essere veramente vantaggioso per molto tempo. Le differenze tra apparecchi a basso e medio consumo ammontano a 200 euro all’anno.

Migliore frullatore a mano 2018

Le 9 migliori miscele a confronto.

Basta fare il pesto o la maionese da soli? Per alcuni di noi, questo può sembrare un lavoro eccessivo, in quanto la versione finita è già sul ripiano del supermercato. Tuttavia, coloro che utilizzano un frullatore a mano non solo ottenere un cibo particolarmente gustoso, ma anche molto più sano.

I principali campi di applicazione dei dispositivi devono essere presi in considerazione al momento dell’acquisto. Ad esempio, vi sono differenze nella riduzione delle dimensioni di alimenti come mele, carote o mandorle. Se il vostro frullatore a mano deve essere utilizzato in molti modi diversi, si dovrebbe anche optare per un vero e proprio tuttofare. Scoprite quale dispositivo è particolarmente indicato nella nostra tabella dei prodotti!

  • Il più importante in breve
    Nel nostro test per miscelatori manuali 2018, abbiamo testato diversi modelli in tutte le fasce di prezzo per le funzioni di base di ciascun miscelatore: purificazione e frantumazione con il classico accessorio per piedini.
  • Mela, mayo o carota: a seconda del tipo di purea, del processo di spruzzatura, della forza richiesta o del livello di rumorosità possono variare.
  • Prestare particolare attenzione alla manipolazione quando si acquista un frullatore a mano. Un manico ergonomico e un interruttore ben posizionato possono rendere il processo di miscelazione molto più facile.

Che si tratti di bollitori elettrici, spremiagrumi o macchine da caffè, le vendite di piccoli elettrodomestici in Germania sono in costante crescita da anni (fonte: ZVEI). L’acquisto di un frullatore manuale può rivelarsi particolarmente utile, in quanto può aiutare non solo nella preparazione di zuppe o frullati: Come moderna macchina universale, il frullatore manuale svolge una varietà di funzioni come la pulitura, la frantumazione, la miscelazione e l’agitazione.

Nel nostro test per frullatori manuali 2018 abbiamo esaminato in dettaglio apparecchi di diverse fasce di prezzo, varianti e funzioni. frullato, mela, carota o mandorle: Abbiamo testato quali metodi di preparazione non causano problemi e con quale grado di durezza i bastoncini del miscelatore possono rompersi. Oltre al risultato della miscelazione di diversi alimenti solidi, il nostro obiettivo principale era la manipolazione, la lavorazione e la pulizia del frullatore a mano.

1° consiglio d’acquisto per frullatore a mano: compatto, versatile, indispensabile?

Insostituibile gadget da cucina
I miscelatori manuali sono compatti, versatili, facili da assemblare e di solito facili da pulire. Tuttavia, il frullatore manuale offre vantaggi rispetto ai frullatori non solo grazie al suo design compatto: le minestre, ad esempio, possono essere pureate direttamente nella pentola, senza bisogno di decantazione.

Il frullatore a mano è un elettrodomestico da cucina che è veloce e facile da usare. Attacco con piede miscelatore, alloggiamento con motore – in pratica anche il miglior frullatore a mano ha sempre un aspetto simile agli altri.

Le differenze sono evidenti solo in un primo momento: il numero di lame, l’ergonomia del coltello o la forma del piedino di miscelazione, ad esempio, possono avere un effetto decisivo sul risultato di miscelazione e sull’operatività.

È la combinazione di mobilità e flessibilità insieme a una semplice operazione che rende il frullatore manuale un ausilio da cucina difficile da sostituire.

1.1 È così che abbiamo testato

Comprare frullatore a mano
Per il nostro test di miscelazione manuale di grandi dimensioni, abbiamo selezionato dispositivi di diverse fasce di prezzo con diverse funzioni e attrezzature per coprire la più ampia gamma possibile di tipi di miscelatori manuali attualmente disponibili sul mercato.

Anche se oggi è possibile sostituire le macchine da cucina con bastoni miscelatori con gli accessori adatti, ci siamo concentrati sulle funzioni di base di ogni miscelatore a mano: purificazione e miscelazione con il classico piede miscelatore.

I nostri criteri di prova sono composti in dettaglio come segue:

Criterio di prova Ponderazione della prova Descrizione
Funzionalità e risultato Mix
Miscelatore a mano Criterio di prova Risultato misto 55
Purè e schiacciamento di cibi da morbidi a duri
Maionese: al livello di potenza più basso per 1 minuto senza interruzione
Mela: 1/2 mela al livello di velocità più basso e più alto
Frullato di bacche surgelate: 100 g di bacche surgelate con 100 ml di latte alla massima velocità.
Carota: 100 g di carote crude, tagliate a fette
Mandorle: 100 g di mandorle intere pelate
strumentalizzazione
Miscelatore a mano Criterio di test Manipolazione 27
Sviluppo di volume e rumore durante la pulizia
Ergonomia, forma e presa
Paraspruzzi & effetto aspirazione
Sforzo richiesto per purificare, vibrare e generare calore
Piedino di miscelazione: asportabile (tipo a sgancio), adatto per la pulizia in lavastoviglie
Caratteristiche tecniche
Miscelatore a mano Criterio di prova Caratteristiche 14
Materiale e lavorazione: ad es. posizionamento degli interruttori
Dimensioni e peso
Lunghezza e raggio d’azione del cavo
Numero di ali e ergonomia del coltello
Livelli di velocità e regolazione
Accessori e istruzioni
Miscelatore a mano Criterio di prova Accessori 4
Banco di misura: quantità di riempimento, resistenza allo scorrimento
altri accessori: inclusi nella fornitura o disponibili opzionalmente
Istruzioni per l’uso: necessarie e comprensibili, comprese le ricette?

1.2 I modelli di utilizzo determinano i requisiti

Prima ancora di entrare nel dettaglio delle caratteristiche, della manipolazione e, infine, dei risultati della miscelazione con il miscelatore a mano durante il test, occorre considerare due fattori fondamentali: la frequenza d’uso e il tipo d’uso.

Frullatore Purea Smoothie
Non hai bisogno di accessori versatili per mescolare frullati fruttati.

Si usa un frullatore ogni giorno?

Soprattutto allora una facile maneggevolezza o un manico ergonomico, che si adatta bene alla mano, dovrebbe giocare un ruolo importante per voi quando scegliete il vostro frullatore a mano.

Per la semplice pulitura di minestre o frullati, tuttavia, non è necessario un attacco a frusta o un numero particolarmente elevato di livelli di velocità – anche i modelli a basso prezzo con una capacità di carico inferiore possono essere la soluzione giusta per voi.

2 Caratteristiche tecniche: Dimensioni, peso, coltello e velocità
Alla voce „caratteristiche tecniche“ abbiamo esaminato in primo luogo le attrezzature, i materiali e la lavorazione del singolo miscelatore manuale. Oltre ai dati tecnici generali, quali dimensioni, peso o consumo energetico, sono disponibili anche le opzioni di impostazione della velocità e il numero di lame sul piedino di miscelazione. In particolare per quanto riguarda gli ultimi due criteri, si sono potute individuare alcune differenze.

I seguenti modelli ci hanno convinto di più o sono stati il fanale posteriore:

2 Caratteristiche tecniche: Dimensioni, peso, coltello e velocità

Alla voce „caratteristiche tecniche“ abbiamo esaminato in primo luogo le attrezzature, i materiali e la lavorazione del singolo miscelatore manuale. Oltre ai dati tecnici generali, quali dimensioni, peso o consumo energetico, sono disponibili anche le opzioni di impostazione della velocità e il numero di lame sul piedino di miscelazione. In particolare per quanto riguarda gli ultimi due criteri, si sono potute individuare alcune differenze.

I seguenti modelli ci hanno convinto di più o sono stati il fanale posteriore:

Vincitori perdenti
bacchetta magica ESGE M 160
Marrone MultiQuick 9
Cucinoide 5KHB3583
Philips HR1670/90 Donna SM 384 CB
Grundig BL 6280 T
Kenwood Triblade HDP302WH
2.1 Materiale e coltelli – 2, 3 o 4 lame?
Il materiale di un miscelatore manuale deve essere distinto tra i tre componenti di base di ciascun miscelatore manuale:

Custodia (con motore)
Attacco ad asta (piede di miscelazione)
lametta
Miscelatore a mano Componenti Coltello in titanio
Alloggiamento, piedino miscelatore e coltello: i 3 componenti base di un frullatore a mano. Qui da Philips con un coltello in titanio (modello HR1670/90).

In tutti i miscelatori del nostro test, l’alloggiamento è principalmente in plastica, che in genere assicura un peso ridotto e una facile pulizia. Per una migliore manipolazione, alcuni modelli, ad esempio l’asta in acciaio inossidabile LONO della WMF, hanno integrato superfici gommate o le cosiddette membrane soft-touch intorno al circuito. Per ulteriori informazioni sugli effetti di queste condizioni superficiali, consultare la sezione 4 dei nostri consigli d’acquisto.

Il materiale più comunemente usato per il piede di miscelazione di un miscelatore manuale è l’acciaio inossidabile. Solo pochi ed economici miscelatori manuali non necessitano di accessori in acciaio inox e utilizzano anche plastica per il piede di miscelazione, ad es. il Bomann SM 384. In questo modo si evita anche che il piede di miscelazione venga scolorito da alimenti come le carote, come è possibile con la plastica.

Lama in titanio
La lama in titanio del miscelatore manuale Philips fa un’impressione preziosa.

Soprattutto con i coltelli, molti produttori e marchi si affidano al proprio design e a tecnologie appositamente sviluppate; logicamente, dopo tutto, il risultato della miscelazione è il fattore più importante e il coltello ne è una componente decisiva.

Con i prodotti del nostro test abbiamo potuto distinguere tra coltelli a 2, 3 o 4 lame. In generale, un frullatore manuale con più di 2 coltelli a lama garantisce un risultato di miscelazione ancora migliore in tempi più brevi.

Il Philips HR1670/90 ha un coltello in titanio, che secondo il produttore è 6 volte più duro di un coltello in acciaio inox. Per l’utente ciò significa che la lama rimane affilata più a lungo e offre ottimi risultati anche con alimenti più duri.

Miscelatore manuale VGL Risultato Materiale coltelliIn termini di materiale e coltelli, il Philips HR1670/90 con le sue lame in titanio e la bacchetta magica ESGE particolarmente solida M 160 ha fatto la migliore impressione nel test.

2.2. livelli di velocità: La regolazione continua ottimizza il processo di miscelazione

La maggior parte dei miscelatori manuali che abbiamo testato hanno più di un livello di velocità, quindi il più delle volte ci sono due interruttori sulla custodia: uno per il „funzionamento normale“ e un altro come un pulsante turbo.

Particolarmente degni di nota sono inoltre i miscelatori con regolazione continua della velocità. La regolazione può essere effettuata premendo il pulsante di miscelazione o con una rotellina. Il vantaggio della variazione di pressione è che la velocità e quindi il consumo di energia durante il processo di miscelazione possono essere regolati in base al materiale da miscelare – questo a sua volta promette la massima flessibilità durante la miscelazione.

Miscelatore manuale VGL Risultato Passi Il controllo della velocità regolabile in continuo con le barre miscelatrici Philips HR1670/90, Braun MultiQuick 9 e WMF LONO ci ha convinto.

2.3 Dimensioni, lunghezza e peso del cavo – il cavo a spirale e la ventosa ci hanno convinto!

Non importa se la lunghezza del cavo, la lunghezza del piedino miscelatore o la lunghezza totale del miscelatore a mano – abbiamo misurato per voi!

Bacchetta magica ESGE con cavo a spirale
L’unico frullatore a mano testato con un cavo a spirale: la bacchetta magica ESGE.

In media, le miscele hanno una lunghezza del cavo di 120-140 cm. Solo il miscelatore manuale SM 384 CB di Bomann, con una lunghezza di soli 104 cm e un raggio d’azione corrispondentemente più piccolo, era significativamente più basso nelle nostre misure.

Il cavo a spirale della bacchetta magica M 160 Silverline di ESGE è particolarmente pratico: la lunghezza varia da 67 a 160 cm a seconda dell’allungamento. Il cavo estremamente lungo, se necessario, non interferirà in alcun momento con il mixaggio. Questo design è in definitiva superato solo dall’unico frullatore manuale a batteria del nostro test: il Kitchenaid wireless 5KHB3583.

WMF Miscelatore manuale WMF Miscelatore a ventosa per cucinaMiscelatore pratico:

L’asta in acciaio inox LONO di WMF è dotata di una piccola ventosa con la quale è possibile fissare il cavo, ad esempio, alle piastrelle della cucina, in modo che non interferisca con il processo di pulizia. Anche se la lunghezza del cavo alla fine rimane la stessa: una caratteristica molto utile, perché in questo modo l’ordine è assicurato!

Miscelatore a mano Differenza di dimensioni
Differenza di dimensioni significativa: Kitchenaid (al centro) rispetto a Philips (a sinistra) e Kenwood (a destra).

La lunghezza totale del miscelatore a mano comprende l’alloggiamento e l’attacco ad asta con piede miscelatore, cioè la dimensione dell’apparecchio utilizzabile. Mentre i miscelatori manuali più compatti, rispettivamente 33 e 34,5 cm, provenivano da Bomann ed ESGE, il prodotto di gran lunga più lungo è il miscelatore manuale senza fili Artisan di Kitchenaid.

La ragione di ciò è stata rapidamente individuata: I circa 10 cm, che l’asta di miscelazione ha inoltre, sono necessari per la batteria. Questo viene inserito nell’alloggiamento all’estremità superiore del miscelatore manuale.

Il peso del miscelatore a mano Kitchenaid dipende anche dalle sue dimensioni: Con oltre 1 kg (batteria inclusa), questo è il dispositivo più pesante del nostro test – seguito da vicino dal Braun Multiquick 9, dalla bacchetta magica di ESGE e dalla nobile bacchetta WMF LONO, che è rimasta poco sotto 1 kg durante la pesata.

Miscelatore manuale VGL Risultato Peso Lunghezza cavo Consigliamo la bacchetta magica ESGE con cavo a spirale o la bacchetta nobile WMF LONO con ventosa per una facile manipolazione. Per contro, il frullatore a mano di Russell Hobbs e Bomann pesa meno di 600 g ciascuno.

2.4 Consumo: il frullatore manuale non è un cicalino di potenza

Miscelatore a mano Pesatura Peso Miscelatore da cucina Bosch
Abbiamo pesato accuratamente ogni frullatore a mano.

In generale, i miscelatori manuali consumano pochissima elettricità rispetto agli elettrodomestici più grandi, come gli aspirapolvere o le lavatrici. Il consumo del miscelatore manuale non ha quindi molto peso nell’ammontare dei costi annuali dell’energia elettrica. Dopo tutto, i dispositivi che possono generare molto calore consumano molta elettricità.

Ma anche per i produttori di frullatori manuali dare una potenza in watt. Ad esempio, se Bosch indica una potenza massima di 600 W per il suo miscelatore, significa che il dispositivo è in grado di assorbire tale potenza per un istante sotto il massimo carico. Questo valore è quindi raramente raggiunto.

Inoltre, più watt non sempre significa più potenza.

Per la nostra misurazione, mettiamo tutti i miscelatori manuali in modalità di riposo per 3 x 20 secondi al massimo livello di velocità. In queste semplici condizioni, il consumo di energia è stato di circa 30-70 W a seconda del dispositivo. Quindi non lasciatevi influenzare troppo da un’elevata potenza: i frullatori manuali non sono „guzzler di potenza“. A seconda del tipo di ammostatura e del cibo da lavorare, varia anche il consumo energetico effettivo.

Tre. risultati del test: Miscelazione e Schiacciamento
Per testare la funzionalità del miscelatore manuale, abbiamo effettuato cinque diverse miscele con ogni macchina, aumentando la quantità di cibo morbido fino a durare:

Miscelatore a mano Miscelazione e triturazione

Ogni frullatore a mano nel test ha dovuto padroneggiare 5 tipi di purea.

maionese
melo
Frullato con frutti di bosco congelati
carota
mandorle
Per garantire risultati di purificazione comparabili, è stata sempre lavorata la stessa quantità di cibo e sono stati standardizzati i tempi di preparazione e le prestazioni.

Per uno scenario più realistico possibile, anche prodotti alimentari come la mela o la carota sono stati tagliati in piccoli pezzi prima di essere miscelati o di essere addizionati di liquido sufficiente alle bacche congelate.