Fabrizio Politi risponde alla crisi con SixthContinent

L’economia è un fenomeno sempre presente nelle nostre vite per molteplici ragioni. Possiamo essere dei semplici consumatori, fornitori, investitori ecc.

Fabrizio Politi nacque a Livorno nel 1973, durante la sua vita l’economia l’ha interessato senza alcun dubbio, ma per molti anni ha ricoperto un ruolo secondario nel campo economico.

Ha dedicato la sua vita principalmente nella ideazione, creazione e fabbricazione di yacht molto lussuosi che risultavano di conseguenza accessibili solo per pochissime persone che effettivamente avevano innanzitutto  l’interesse e in secondo luogo le disponibilità finanziare nell’acquistarli.

Tutto questo è servito al noto imprenditore Fabrizio Politi per avere delle conoscenze riguardante sia il sistema finanziario sia quello relativo al sistema capitalistico, impadronendosi di tutte quelle capacità e leggi che stanno non solo alla base dell’economia ma che allo stesso tempo muovono e regolano altri sistemi collegati in maniera indiscutibile quello economico come possono essere il sistema politico e geografico.

Dopo diverse analisi, è nato il progetto così tanto ambito, chiamasi SixthContinent. Questo nuovo approccio economico, SixthContinent, del tutto tecnologico si basa su un algoritmo “Mo.mo.sy.” il quale è in grado, dopo una serie di calcoli, di ritenere se alcune aziende possano risultare buone o cattive utilizzando come indice la percentuale di ricchezza che verrà trattenuta dalle aziende per poi essere spostata e successivamente essere redistribuita a tutta la comunità facente parte del social network SixthContinent.

Solitamente, per ogni vendita, l’attività commerciale affiliata distribuisce il 6% del valore totale  dell’acquisto, mentre alcune categoria commerciali riescono a condividere una percentuale inferiore, ma altre aziende condividono anche percentuali decisamente maggiori, fino addirittura al 50%, per  poter contribuire maggiormente al reddito di tutta la cittadinanza.

Il 6% viene così ridistribuito: l’1% viene distribuito in tempo reale sotto forma di cashback al cittadino che ha eseguito di fatto l’acquisto, il 4% viene distribuito in forma equa tra tutti gli amici e tutti i cosiddetti “followers” del cittadino e a tutti gli utenti nel mondo, mentre SixthContinent conserva per sé l’1% di ogni transazione.

Tutto questo viene fatto per poter garantire e  per poter offrire la possibilità di sfruttare tale applicazione totalmente gratuitamente, infatti l’adesione è gratuita e lo sarà per sempre per tutti, siano essi dei semplici cittadini (consumatori) oppure siano delle imprese, aziende oppure dei negozi.

Si tratta di un’avventura del tutto nuova nel campo dell’imprenditorialità per Fabrizio Politi, che aveva deciso di abbandonare la nautica, in quanto è fortemente deciso ad avere una mission che vuole essere: “Change to change the Economy!”

Il suo obiettivo primario consiste, appunto, nel portare il suo progetto SixthContinent al primo posto al mondo facendolo diventare “il primo social network economico, digitale e globale”.

Fabrizio Politi vuole ambire a creare un’economia che possa risultare un espediente fondamentale per avere un mondo migliore.

Secondo quanto detto precedentemente, ciò è possibile solamente attraverso SixthContinent, la quale vuole mirare ad estinguere  il debito e allo stesso tempo creare  lavoro,  generando così reddito per chiunque sia fortemente incentivato.

É una possibilità aperta a tutti, chiunque può decidere di iscriversi a SixthContinent e unirsi a Fabrizio Politi in questo progetto fortemente desiderato che ora è diventato realtà.